Dopo la rivoluzione del 14 gennaio 2011 in Tunisia il movimento per i diritti delle donne ha iniziato a strutturarsi. In agosto un grande meeting si è svolto a Tunisi dando il via ad un percorso per la l'affermazione di nuovi diritti per le donne e la salvaguardia di quelli già esistenti. La donna nella nuova Tunisia risulta essere infatti un soggetto sempre più attivo nella società e per questo rivendica parità di diritti con l'uomo. Dopo il risultato delle votazioni del 23 ottobre che hanno visto l'affermazione di Ennada, partito conservatore di matrice islamica, lo sconforto si è impadronito di molte donne. Nonostante ciò quello che risulta essere il sentimento più condiviso è di vigilare affinchè i diritti presenti non vengano cancellati ma piuttosto implementati grazie alla pressione che può fare un movimento coordinato.

After the revolution of January 14, 2011 in Tunisia, the movement for women's rights began to take shape. In August, a large meeting was held in Tunis, kicking off a path for the emergence of new rights for women and protection of existing ones. The new woman in Tunisia is in fact a subject more and more active in society and for this it claims equal rights with men. After the results of voting on 23 October, that saw the emergence of Ennada, conservative Islamic party, despair took hold of many women. Nevertheless what appears to be the shared will is to ensure that these rights are not deleted but rather implemented by the pressure that can make a coordinated movement. (image by Alessandro Rampazzo)
Dopo la rivoluzione del 14 gennaio 2011 in Tunisia il movimento per i diritti delle donne ha iniziato a strutturarsi. In agosto un grande meeting si è svolto a Tunisi dando il via ad un percorso per la l'affermazione di nuovi diritti per le donne e la salvaguardia di quelli già esistenti. La donna nella nuova Tunisia risulta essere infatti un soggetto sempre più attivo nella società e per questo rivendica parità di diritti con l'uomo. Dopo il risultato delle votazioni del 23 ottobre che hanno visto l'affermazione di Ennada, partito conservatore di matrice islamica, lo sconforto si è impadronito di molte donne. Nonostante ciò quello che risulta essere il sentimento più condiviso è di vigilare affinchè i diritti presenti non vengano cancellati ma piuttosto implementati grazie alla pressione che può fare un movimento coordinato. After the revolution of January 14, 2011 in Tunisia, the movement for women's rights began to take shape. In August, a large meeting was held in Tunis, kicking off a path for the emergence of new rights for women and protection of existing ones. The new woman in Tunisia is in fact a subject more and more active in society and for this it claims equal rights with men. After the results of voting on 23 October, that saw the emergence of Ennada, conservative Islamic party, despair took hold of many women. Nevertheless what appears to be the shared will is to ensure that these rights are not deleted but rather implemented by the pressure that can make a coordinated movement.
©Alessandro Rampazzo
lightstalkers.org/alessandro-rampazzo | View all images in this gallery | Play slideshow | Feed-icon-10x10-dim Subscribe via RSS
http://www.alessandrorampazzo.com
Icon-previous Icon-next